Cerca

Domenica 26 Febbraio 2017 | 04:21

Dentro l’impresa e fuori dal disagio: l’università diventa palestra di vita

Esordio per l’iniziativa del Crui che mira a sostenere l’imprenditorialità giovanile

Dentro l’impresa e fuori dal disagio: l’università diventa palestra di vita

Grande successo per la “prima” italiana del progetto Def, dentro l’impresa e fuori dal disagio, ieri nelle stanze del rettorato dell’Università degli studi della Tuscia.
L’iniziativa si pone l’obiettivo di sensibilizzare e responsabilizzare l’universo giovanile, prima vittima della dura crisi economica e sociale di questi anni, sulle possibilità che la pubblica amministrazione, e non solo, può offrire per favorire la creazione di impresa, sia in forma singola che associativa; sostenere le idee imprenditoriali che nascono all’interno dell’Università (spin-off, start- up); promuovere stili di vita salutari; prevenire e curare forme di devianza.
Il progetto si articola lungo un percorso che comincia con una “torre d’orientamento”, composta di quattro postazioni con altrettanti schermi touch.
La torre offre agli studenti una serie di quattro schede, ognuna relativa ad una diversa area tematica: fabbrica dell’impresa, creatività, counseling, orientamento. Ogni area tematica trova poi approfondimento ad un tavolo dove esperti di settore offrono le proprie competenze per consulenze personalizzate.

Notizia integrale nel Corriere di Viterbo del 7 marzo

Più letti oggi

il punto
del direttore