Caprarola, ragazza madre chiede giustizia. "Almeno fatemi vedere mia figlia"

Caprarola, ragazza madre chiede giustizia. "Almeno fatemi vedere mia figlia"

La bambina resta in casa famiglia. Un'appello accorato quello di una ragazza che da pochi mesi ha dato alla luce una bambina, ma che ha praticamente visto soltanto poche ore

04.03.2013 - 11:21

0

“Non chiedo la luna, voglio soltanto rivedere mia figlia”. Un’appello accorato quello di una ragazza madre che da pochi mesi ha dato alla luce una bambina ma che ha praticamente visto soltanto poche ore. Quella della giovane, del suo compagno, e della loro bambina è una storia delicata, vissuta soprattutto con il cuore di due persone che nella difficoltà personale hanno coronato il loro sogno di stare insieme.
La ragazza per anni ha vissuto in una casa famiglia romana dove svolgeva molte attività. Aveva anche una forma di lavoro sociale presentando servizio presso una struttura che gestisce cavalli. In questi anni ha conosciuto il suo ragazzo che per vari motivi si era trasferito in un’abitazione a Caprarola. Una vita particolare, la loro, vissuta anche grazie all’aiuto di molte persone che avevano deciso di stargli vicino oltre quelle che erano le necessità assistenziali.
Lo scorso anno la donna è rimasta incinta e da quel momento verso la sua gravidanza si sono rivolte le attenzioni sia degli amici, sia degli assistenti sociali. La bambina è venuta alla luce nei mesi scorsi mentre la madre viveva presso una casa famiglia. La ragazza, dopo pochi giorni, ha deciso di lasciare la struttura dove si trovava per raggiungere il compagno, ma a quel punto non ha potuto farvi più ritorno e tantomeno ora può vedere la bambina.
La situazione ha, di per se, peggiorato la stabilità emotiva della ragazza che ha più volte manifestato la volontà di vedere la propria bambina anche agli assistenti sociali e al sindaco del paese.
Purtroppo tra lei e le persone coinvolte sono nate delle incomprensioni che, in un certo senso, hanno fatto degenerare la situazione. Nei giorni scorsi, la ragazza insieme al suo compagno, vedendosi sopraffatti e sconfitti dalla “burocrazia” hanno deciso di rivolgersi alla redazione del Corriere di Viterbo, nel tentativo di lanciare un appello affinché la madre possa almeno rivedere la bambina. “Voglio vedere mia figlia - dice a ragazza -, non chiedo altro. Anche di fronte agli assistenti sociali, con il sindaco, con qualsiasi persona decidano, chiedo in ginocchio di poter vedere mia figlia”.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 3 marzo

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Casa delle Donne, Migale: siamo il luogo del pensiero delle donne

Casa delle Donne, Migale: siamo il luogo del pensiero delle donne

Roma, (askanews) - La Casa Internazionale delle Donne è il luogo del femminismo romano, e il femminismo significa sviluppo dell'autonomia delle donne: lo dice Lia Migale, membro del direttivo della Casa, economista e scrittrice, intervistata negli studi di askanews sul contenzioso che oppone la Casa al Comune di Roma. "Il cuore è la crescita dell'autonomia delle donne, la presa di coscienza di se ...

 
Casa delle Donne, Lia Migale: "Queste sono le nostre attività"

Casa delle Donne, Lia Migale: "Queste sono le nostre attività"

Roma, (askanews) - Una lista delle attività che svolge la Casa internazionale delle Donne: la fa Lia Migale, membro del direttivo della Casa, economista e scrittrice, intervistata negli studi di Askanews a margine del contenzioso - economico e politico - che oppone la Casa, luogo del femminismo romano, al Comune di Roma. La Casa chiede che sia riconosciuta anche la sua attività sociale, e Migale ...

 
Salute, la dieta mediterranea personalizzata nei bambini

Salute, la dieta mediterranea personalizzata nei bambini

Napoli, (askanews) - Italia e Israele insieme per analizzare la Dieta mediterranea personalizzata nei bambini. E' questo l'obiettivo dello studio Caprii (Children Alimentary Research Italy Israel), la prima indagine pilota internazionale condotta dal Dipartimento di Scienze mediche transnazionali dell'Università Federico II di Napoli, insieme allo Schneider Children's Medical Center e al Weizmann ...

 
Conte: difenderò il popolo, confermo collocazione Ue dell'Italia

Conte: difenderò il popolo, confermo collocazione Ue dell'Italia

Roma, (askanews) - Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha letto una dichiarazione alla stampa al termine del suo incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il conferimento dell'incarico, che riportiamo integralmente. "Il Presidente della Repubblica mi ha conferito l'incarico di formare il governo, incarico che ho accettato con riserva. Se riuscirò a ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018