Il coordinamento donazione organi e tessuti incontra 150 studenti del liceo Ruffini

Il coordinamento donazione organi e tessuti incontra 150 studenti del liceo Ruffini

L’evento è servito a sensibilizzare i giovani  sul tema della donazione

0

Grande partecipazione e un buon numero di adesioni di volontà per la donazione. Sono questi i risultati significativi che il coordinamento Dot (Donazione organi e tessuti) della Ausl di Viterbo ha registrato al termine dell’incontro con le quinte classi del liceo scientifico Ruffini che si è svolto ieri, martedì 5 febbraio, nella sala conferenze di palazzo Gentili a Viterbo. La manifestazione resa possibile grazie all’adesione della direzione sanitaria del complesso ospedaliero di Belcolle e alla collaborazione del dirigente scolastico del Ruffini, Maria Antonietta Bentivegna, e della professoressa Rosa Moschini, ha visto la presenza di circa 150 studenti. Per la Ausl di Viterbo hanno partecipato il coordinatore Dot Fernando Ricci e le signore Stefania Stefani e Rosella Ceccantoni.

Gli incontri con i giovani Il coordinamento Dot non è nuovo a questo genere di iniziative, anzi nel corso degli anni ha incrementato gli incontri con gli studenti della Tuscia nella convinzione che da un confronto sano e diretto con le nuove generazioni possa consolidarsi quella cultura della donazione, fulcro e pilastro di una società davvero civile e solidale.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Totti confessa: sono della Lazio", il video del capitano giallorosso per dire #Bastabufale

"Totti confessa: sono della Lazio", il video del capitano giallorosso per dire #Bastabufale

"Totti confessa: sono della Lazio. Clamorosa rivelazione del capitano romanista". Poi, "Ilary di nuovo incinta, partito il toto-nome". E infine, "Totti sul grande schermo, sarà lui il prossimo James Bond di 007". Il capitano della Roma, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook, legge una serie di titoli inventati e quindi commenta: "Ah regà, ma ancora credete a queste cose? Io mi sono ...