"Le nuove regole sulla lotta contro i ritardi nei pagamenti, si applicano anche alle imprese delle costruzioni"

"Le nuove regole sulla lotta contro i ritardi nei pagamenti, si applicano anche alle imprese delle costruzioni"

La soddisfazione della Cna per le rassicurazioni del governo. Melaragni: ""E’ stato necessario richiedere un chiarimento, poiché nel testo del decreto si citano solamente la consegna di merci e la prestazione di servizi"

01.02.2013 - 11:13

0

"Le regole fissate dal decreto legislativo 192/2012 riguardo ai tempi di pagamento si applicano anche ai lavori pubblici". La nota congiunta che il Ministero dello Sviluppo Economico e quello delle Infrastrutture hanno inviato a CNA Costruzioni, per rispondere alle preoccupazioni espresse dall’associazione a livello nazionale, tranquillizza le imprese del comparto delle costruzioni.

Direttiva comunitaria 2011/7 Come è noto, in attuazione della direttiva comunitaria 2011/7 sulla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, dal 1° gennaio 2013, per i contratti stipulati dopo tale data, sono entrate in vigore precise disposizioni: nei rapporti tra imprese, i tempi di pagamento, se superiori a 60 giorni, devono essere pattuiti per iscritto e non "gravemente iniqui" per il creditore; nei rapporti tra imprese e pubbliche amministrazioni, invece, viene stabilito un termine perentorio di 30 giorni, che può essere prorogato fino a un massimo di 60 in casi specifici.

Cna chiede chiarimenti  Le aziende delle costruzioni sono, con tutta evidenza, tra le più interessate all’applicazione della normativa, visti i ritardi insostenibili nei pagamenti, causa principale della chiusura di numerose attività proprio in questo settore. "E’ stato necessario richiedere un chiarimento ai Ministeri, poiché nel testo del decreto pubblicato si citano solamente la consegna di merci e la prestazione di servizi. La nostra associazione -spiega Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia- esprime soddisfazione per la risposta positiva ricevuta. Diversamente, ci saremmo trovati di fronte a una doppia discriminazione, sia sul piano interno, rispetto a tutte le altre imprese che operano con la pubblica amministrazione, sia nel confronto gli altri Stati comunitari: nessun Paese europeo, infatti, ha previsto un trattamento differenziato per i lavori pubblici".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Argentina, proseguono le ricerche del sommergibile scomparso

Argentina, proseguono le ricerche del sommergibile scomparso

Buenos Aires (askanews) - Tutta l'Argentina con il fiato sospeso per la sorte del sommergibile scomparso. Purtroppo, la Marina militare di Buenos Aires ha smentito di avere ricevuto segnali dal "San Juan", il sottomarino con a bordo 44 uomini di equipaggio di cui si sono perse le tracce dal 15 novembre scorso. I segnali satellitari ricevuti nelle ultime 48 ore dalla Marina argentina non ...

 
Ostia, Raggi: 50% spiagge libere, giù il "lungomuro"

Ostia, Raggi: 50% spiagge libere, giù il "lungomuro"

Roma, (askanews) - Il 50% delle spiagge libere e l abbattimento del "lungomuro" di Ostia, a carico dei concessionari, con aree di rispetto intorno ai manufatti storici e un limite di 75% di spazio libero da rispettare in ogni stabilimento: sono la novità principali introdotte dal Piano di utilizzo degli arenili (Pua) presentato oggi pomeriggio in Campidoglio dalla sindaca di Roma Virginia Raggi. ...

 
Ema, Sala: dalla 2a votazione ci sono state vorticose telefonate

Ema, Sala: dalla 2a votazione ci sono state vorticose telefonate

Milano (askanews) - "Io penso che non l'abbiamo persa alla terza, alla terza è stata la fortuna ma nella seconda votazione si poteva capire un po' di più. È molto difficile dire oggi per chi ha votato chi prima ha votato per Barcellona, per esempio. Probabilmente si capirà o forse mai. È chiaro che la mia valutazione sarà un po' 'pro domo mia" ma è che la prima votazione ha fatto vedere il valore ...

 
Ema, Milano battuta da Amsterdam in un sorteggio beffardo

Ema, Milano battuta da Amsterdam in un sorteggio beffardo

Bruxelles (askanews) - La nuova sede dell'Ema, l'Agenzia europea del Farmaco sarà Amsterdam. La capitale olandese ha battuto al sorteggio Milano, in vantaggio in tutte le precedenti votazioni fino al ballottaggio, finito in pareggio. Circostanza che, nell'ultima votazione, svoltasi a margine del Consiglio degli Affari generali dell'Unione europea a Bruxelles, in Belgio, ha reso necessario il ...

 
Elisa Anzellotti balla con "Ludi Scaenici" e presenta il suo libro sulla storia della danza

Cultura

Elisa Anzellotti balla con "Ludi Scaenici" e presenta il suo libro sulla storia della danza

Si è svolto a Roma, nella prestigiosa cornice del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, il concerto dei Ludi Scaenici, gruppo musicale che da decenni studia e diffonde la ...

18.11.2017

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

Gossip

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

La foto pubblicata dal periodico "Chi" è la prova provata che il rapporto fra Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri si sta sempre più saldando. Dopo che lei è andata a ...

14.11.2017

Frizzi è tornato a casa

Il fatto

Frizzi è tornato a casa

Fabrizio Frizzi ha lasciato l'ospedale. Lo stretto riserbo sulle condizioni di salute del conduttore colpito da malore il 24 ottobre continua, ma Carlo Conti, durante un ...

06.11.2017