Doccia fredda per lo scalo di Viterbo: il piano aeroporti non lo prevede

Doccia fredda per lo scalo di Viterbo: il piano aeroporti non lo prevede

Oggi la conferma ufficiale con l’approvazione dell’atto d’indirizzo varato dal ministro Corrado Passera

30.01.2013 - 10:31

0

Aeroporto di Viterbo, il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Corrado Passera tarpa definitivamente le ali al progetto dello scalo. La notizia era già stata diffusa a metà dicembre, quando la cancellazione dello scalo della Tuscia dal piano nazionale per il riordino degli aeroporti era già cosa sicura.
Oggi la conferma ufficiale, con l’approvazione dell’atto d’indirizzo varato dal ministro Passera. Il provvedimento, atteso da 26 anni, “pone le basi per un riordino organico del settore aeroportuale sotto il profilo infrastrutturale, gestionale e della qualità dei servizi, al fine di ridurre la frammentazione esistente e favorire un processo di riorganizzazione ed efficientamento, individuando gli aeroporti di interesse nazionale, che costituiranno l’ossatura strategica su cui fondare lo sviluppo del settore nei prossimi anni”. L’atto, che recepisce gli orientamenti comunitari e gli indirizzi governativi e parlamentari, “sarà ora inviato - si legge in una nota del ministero - alla Conferenza permanente Stato-Regioni per la necessaria intesa e, successivamente, sarà adottato con un apposito decreto dal Presidente della Repubblica”. Il documento  non prevede la realizzazione di nuovi scali, favorendo, invece, il potenziamento delle strutture già esistenti sul territorio. Nel caso specifico di Viterbo, gli investimenti saranno deviati per il potenziamento infrastrutturale di Fiumicino.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Sudafrica (TMNews) - Scatti che raccontano una vita. E se si tratta di Mandela, le istantanee finiscono per fotografare la storia. A partire dagli anni della gioventù fino alla maturità, in chiaro scuro: sono gli anni della battaglie politiche contro l'apartheid in Sudafrica, dell'amore e del matrimonio con Winnie e poi dei processi fino alla condanna all'ergastolo nel 1964 e la prigionia a ...

 
Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Milano (TMNews) - L'uomo destinato a cambiare la storia è nato sulle rive di un fiume, in un villaggio nel Sudafrica Orientale, il 18 luglio del 1918. Qui Nelson Mandela capisce il prezzo della libertà, in questo caso la sua: a poco più di 20 anni fugge dal villaggio ribellandosi al capo tribù che lo aveva destinato ad un matrimonio combinato. Così comincia ad urlare il suo no alle ingiustizie, ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018