Cerca

Martedì 24 Gennaio 2017 | 22:28

Neve, cornicioni e rami pericolanti. In ospedale interventi per fratture

Anche ieri il meteo ha fatto sentire i suoi effetti nella Tuscia

Neve, cornicioni e rami pericolanti. In ospedale interventi per fratture

Se le strade, nella maggior parte dei casi, sono state ripulite della neve con sufficiente tempestività, questo non è avvenuto dei marciapiedi. Era estremamente pericoloso camminarvi. Sia quando, per il rialzo delle temperature, si è formata una fanghiglia, sia quando, con la gelata notturna, la fanghiglia stessa si è trasformata in ghiaccio. Ieri mattina, è caduta altra neve sui Cimini. E, per i vigili del fuoco, si è trattato di operare (soprattutto nella zona di San Martino) per rimuovere la neve dai tetti, e per eliminare l’inconveniente dei rami e dei cornicioni pericolanti. In ospedale, sono finite molte persone: per fratture, peraltro, riportate da gente che si muoveva nelle case, piuttosto che all’aperto. Ortopedici sotto pressione. Ieri sera, a Viterbo, la pioggia ha sciolto ulteriormente il ghiaccio.

Più letti oggi

il punto
del direttore