Azione legale dell’Udc sull’arsenico

Azione legale dell’Udc sull’arsenico

I centristi mettono a disposizione un avvocato per cittadini e imprenditori che vogliono chiedere la sospensione dei pagamenti

14.01.2013 - 11:05

0

Continua la battaglia per le bollette nei comuni dove i livelli di arsenico sono superiori alla norma. Una guerra, più che una battaglia, pronta a trasferirsi dalla piazza alle stanze del tribunale. L’Udc comunale non ha perso tempo e in questi giorni, tramite un proprio avvocato, sta accogliendo decine e decine di ricorsi di cittadini che non intendono pagare le bollette se il servizio idrico non garantisce l’acqua potabile. “È ormai tragicamente nota la ricaduta sociale causata dall’emergenza arsenico, scattata il primo gennaio 2013 con il divieto dell’uso alimentare dell’acqua - evidenziano i consiglieri comunali dell’Udc, Paolo Barbieri e Roberto Talotta -.Viterbo e tutta la Provincia si sono trovate costrette a fare i conti con i disagi causati dai ritardi ingiustificati della pubblica amministrazione, che da tempo avrebbe dovuto provvedere alla realizzazione di impianti di dearsenificazione e potabilizzazione dell’acqua”. Motivi che spingono i rappresentanti dell’Unione di centro, “per la reale e contingente necessità di tutti i privati (si pensi ai gestori di bar, ristoranti, alberghi e, in generale, tutti gli imprenditori operanti nel settore agroalimentare e alberghiero) costretti dall’attuale situazione a provvedere autonomamente all’installazione di un impianto di dearsenificazione, pena il rischio chiusura, oltre a sanzioni pari a migliaia di euro, l’Udc ha dato via ad azioni legali d’urgenza”. Un ricorso che tende a bloccare il pagamento delle bollette fin quando i livelli di arsenico non scenderanno sotto i10microgrammi per litro. “Certi del fatto che un problema sociale di tale portata fa emergere e sottolinea precise responsabilità sulle quali è doveroso fare piena luce; omissioni e inadempienze non possono e non devono ricadere sulle spalle dei cittadini e degli imprenditori che, piuttosto, devono essere messi nella condizione di esercitare il loro diritto, costituzionalmente garantito, di accesso all'acqua potabile - continuano dall’Udc -. Posto che rimane auspicabile una riduzione considerevole delle bollette, si è resa moralmente doverosa un'azione legale urgente mirata a individuare le responsabilità dell’attuale situazione d'emergenza e al risarcimento dei danni causati dall'inerzia dell' amministrazione a tutte quelle realtà, come quelle imprenditoriali, che rischiano di soccombere per l'impossibilità di farsi carico della spesa degli impianti di dearsenificazione”. L’iniziativa promossa da Barbieri e Talotta è naturalmente aperta a tutta la cittadinanza, oltre che agli imprenditori.

NOTIZIE CORRELATE:
"Emergenza arsenico nell'acqua, sindaci sotto accusa, "potevano e dovevano fare di più"
"Emergenza arsenico, scattano i controlli in bar e ristoranti"
"Arsenico, è davvero un disastro"

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

Mazda Cosmo sulla North Coast 500

Spettacolare video dal sapore 'vintage' per la Mazda Cosmo 110S, tra le prime sportive in assoluto ad utilizzare un motore rotativo. Eccola 'filare' lungo la North Coast 500, in Scozia, una delle strade più belle del mondo.

 
Altro

Tre cagnolini immersi nel catrame

La cattiveria umana non ha veramente fine. In India tre cuccioli sono stati immersi nel catrame per puro divertimento. Rimasti bloccati, incapaci di muoversi anche di un centimetro per molte ore. Terrorizzati, sarebbero morti se non fossero intervenuti i volontari di Animal Aid. Ci sono volute molte ore per togliere il catrame dai tre cuccioli che si sono dimostrati però incredibilmente forti. ...

 
Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Ramallah (askanews) - Migliaia di palestinesi sono scesi in piazza a Ramallah, in Cisgiordania, una ventina di Km a nord di Gerusalemme, per protestare contro la scelta del presidente americano, Donald Trump di riconoscere proprio Gerusalemme come capitale dello Stato d'Israele, spostandovi da Tel Aviv la sede dell'ambasciata americana. Nel frattempo, Fatah, il movimento del presidente ...

 
Clima Gentiloni: possiamo fare di più e meglio

Clima Gentiloni: possiamo fare di più e meglio

Roma (askanews) - "L'ambiente è uno degli impegni fondamentali di cui c'è un estremo bisogno per questo deve esserci uno sforzo da parte di tutti. Possiamo fare di meglio. In questo anno di governo io ho cercato, a dispetto della mia biografia, di fare qualche sforzo ma dobbiamo fare di meglio e di più". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, intervenendo all'iniziativa dei ...

 
Festival di Sanremo 2018: ecco il cast di Baglioni

annuncio in diretta tv

Festival di Sanremo 2018: ecco il cast di Baglioni

L'attesa è finita. Sono stati annunciati in diretta su Rai1, nella notte di venerdì 15 dicembre, i nomi dei 20 big e delle 8 nuove proposte che gareggeranno nel 68esimo ...

16.12.2017

Al Teatro Unione spettacolo dell'Accademia delle Arti Savastano

Viterbo

Al Teatro Unione spettacolo dell'Accademia delle Arti Savastano

Domenica 17 dicembre 2017, alle 18.30, si terrà al Teatro dell’Unione uno spettacolo per la presentazione al pubblico e alla stampa della Accademia delle Arti “Antonio ...

12.12.2017

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017