Rifiuti a Pontinia, aumentano i costi

Rifiuti a Pontinia, aumentano i costi

In Provincia s’indignano per quelli romani, ma domani il centro di Tuscania chiude. Gravi disagi per i Comuni

13.01.2013 - 15:57

0

Agli amministratori della Tuscia l’oscar del controsenso. Il red carpet potrebbe benissimo stendersi all’ingresso di Palazzo Gentili dove un giorno promettono barricate contro il rifiuti romani, ma da lunedì una trentina di Comuni della Tuscia saranno costretti a trasferire i fanghi e l’umido da differenziata negli impianti di compostaggio di Aprilia e Pontinia. Documenti alla mano, da lunedì l’impianto di compostaggio di Tuscania, uno dei due impianti della provincia visto che l’altro si trova a Tarquinia, interromperà il conferimento dei rifiuti per dare inizio alla perimetrazione del sito e ai lavori di adeguamento tecnico dell’impianto. Uno stop che, addirittura, potrebbe protrarsi per almeno 8 mesi. Ciò significa che alcuni dei Comuni che attualmente conferiscono i rifiuti nell’impianto di compostaggio di Tuscania, circa una trentina, dovranno conferire i fanghi e l’umido da differenziati in altre strutture. Chiaramente l’impianto di Tarquinia non potrà accogliere tutte le richieste e quindi diverse amministrazioni dovranno adeguarsi al disagio trasferendo i rifiuti negli impianti di Aprilia e Pontinia.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 13 gennaio

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Mandela, l'album degli scatti memorabili che raccontano una vita

Sudafrica (TMNews) - Scatti che raccontano una vita. E se si tratta di Mandela, le istantanee finiscono per fotografare la storia. A partire dagli anni della gioventù fino alla maturità, in chiaro scuro: sono gli anni della battaglie politiche contro l'apartheid in Sudafrica, dell'amore e del matrimonio con Winnie e poi dei processi fino alla condanna all'ergastolo nel 1964 e la prigionia a ...

 
Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Nelson Mandela, una vita di lotta nel nome della libertà

Milano (TMNews) - L'uomo destinato a cambiare la storia è nato sulle rive di un fiume, in un villaggio nel Sudafrica Orientale, il 18 luglio del 1918. Qui Nelson Mandela capisce il prezzo della libertà, in questo caso la sua: a poco più di 20 anni fugge dal villaggio ribellandosi al capo tribù che lo aveva destinato ad un matrimonio combinato. Così comincia ad urlare il suo no alle ingiustizie, ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018