Sindaci d'Italia, Marini è al 31esimo posto, ma nel Lazio conquista il podio

Sindaci d'Italia, Marini è al 31esimo posto, ma nel Lazio conquista il podio

Il primo cittadino di Viterbo è dietro solo al collega di Rieti. "Ho commentato positivamente la mia postazione. Un segnale che lascia trasparire la comprensione dei cittadini verso noi amministratori che gestiamo con risorse economiche ridotte ai minimi termini"

11.01.2013

0

"Ho commentato positivamente il mio 31° posto tra tutti i sindaci d'Italia. Un risultato che mi ha fatto sorridere. Considerate le varie criticità economiche che riguardano l'intero Paese, i continui tagli e contro tagli del governo che ci portiamo dietro e che inevitabilmente si ripercuotono sulla nostra città e sul nostro bilancio comunale, mi ritengo soddisfatto. Un segnale che, oltre al consenso popolare, lascia trasparire anche la comprensione dei cittadini verso noi amministratori che gestiamo un territorio con risorse economiche ridotte ai minimi termini". Queste le parole del sindaco Marini a seguito della pubblicazione del sondaggio annuale Governance Poll, condotto da Ipr Marketing per il quotidiano Il Sole 24 Ore, che lo vede piazzato al 31° posto, con il 56 per cento di gradimento. Nel Lazio Marini è il secondo sindaco più apprezzato, dopo il collega di Rieti Petrangeli, eletto proprio nel 2012, che ha conquistato il settimo posto nel sondaggio nazionale, con il 63 per cento di gradimento. Seguono al 41° posto il sindaco di Frosinone Ottaviani, con il 54 per cento, al 70° posto il sindaco di Roma Alemanno con il 50 per cento di gradimento, chiude nel Lazio, all'83° posto il sindaco di Latina Di Giorgi, con il 48 per cento di consenso.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli