Cerca

Lunedì 27 Febbraio 2017 | 03:12

Vetralla, ecco "Mamma portami là"

E' arrivato un nuovo asilo nido, ludoteca, baby parking e centro estivo. Una risposta alla crisi da parte di un’imprenditoria giovane e tutta al femminile. Presenti al taglio del nastro, il sindaco di Vetralla Aquilani, l’assessore al bilancio Biancucci e la presidente di Confcooperative Viterbo, Rossetti

Vetralla, ecco "Mamma portami là"

"Mamma Portami là" è questo il nome della nuova struttura educativa, pedagogica e ludica inaugurata sabato scorso a Vetralla in località Campo dell’Impero all’interno del centro sportivo Feel Good e frutto del lavoro della cooperativa Giocoincontro fondata da Sara Travaglini e Federica Conti, entrambe ventenni, e da un gruppo di lavoro che ha visto l’ingresso anche di Francesca Bernagozzi e Raffaela Dominioni. Una risposta alla crisi economica da parte di un’imprenditoria giovane e tutta al femminile. Presenti al taglio del nastro, il sindaco di Vetralla Sandrino Aquilani, l’assessore al bilancio Francesco Biancucci e la presidente di Confcooperative Viterbo, di cui la cooperativa fa parte, Bruna Rossetti. Assieme a loro anche il mondo della cooperazione vetrallese, le associazioni del territorio e soprattutto tanti bambini accolti in serata dall’arrivo della Befana che ha distribuito dolci e caramelle. Un nuovo asilo, "un luogo – spiegano Sara e Federica – finalizzato alla promozione e alla diffusione della cultura del gioco e del giocattolo e dell’apprendimento delle prime regole educative attraverso una pedagogia ludica". "Mamma Portami là" offre infatti servizi di asilo nido, ludoteca-aiuto compiti, baby parking, spazi per feste private e un centro estivo che sarà attivo nei mesi di chiusura delle scuole in sostituzione al servizio di ludoteca. "Il nostro servizio – aggiungono Francesca e Raffaella – è consapevole di quanto il gioco sia un bisogno e un diritto del bambino, uno strumento di crescita, un modo di comunicazione e di incontro tra le varie persone e uno spazio di creatività dove essere protagonisti nel progettare e nel realizzare iniziative". "La miglior risposta alla crisi – ha detto infine la presidente di Confcooperative Bruna Rossetti – è l’impegno e la cooperazione. E le ragazze che hanno dato vita a Giocoincontro e a "Mamma Portami là" ne sono l’esempio. A dimostrazione che il mondo della cooperazione è forte e ha gambe solide per poter camminare a testa alta, creare occupazione e garantire nuove opportunità alle giovani generazioni che si affacciano per la prima volta sul mercato del lavoro".

Più letti oggi

il punto
del direttore