Cerca

Martedì 21 Febbraio 2017 | 06:12

Addio aeroporto, i ministri dirottano i soldi a Fiumicino

L'organo collegiale del governo Monti boccia lo scalo viterbese. Marini su tutte le furie: "Pronti anche alla battaglia legale"

Addio aeroporto, i ministri dirottano i soldi a Fiumicino

Se c'era bisogno di confermare che l'aereoporto non si farà c'ha pensato il consiglio dei Ministri che nei giorni scorsi ha bocciato il progetto dirottando i fondi destinati allo scalo viterbesi sull'ampliamento di Fiumicino. Decisione che ha mandato su tutte le furie il sindaco Marini, tanto da annunciare la volontà di avviare una battaglia legale per il riconoscimento del danno subito dalla città. Mossa apertamente elettorale nel giorno che precede quello in cui i sindaci dei comuni sopra i 20mila abitanti devono dimettersi per candidarsi alle elezioni di febbraio. "Non mi dimetto - chiarisce Marini - c'è troppa incertezza". Tornando alle vicende viterbesi il primo cittadino accusa il governo di aver "inflitto duri colpi alle nostre famiglie ed ha concluso l'anno con questo infausto provvedimento che, chiaramente, assesterà un duro colpo alle prospettive della nostra economia. Con questo provvedimento sono stati scippati a Viterbo e a tutta la provincia oltre 300milioni di investimenti".

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 29 dicembre

Più letti oggi

il punto
del direttore