Cerca

Giovedì 19 Gennaio 2017 | 14:04

Gallese, i lavoratori si riducono lo stipendio per salvare l'azienda in crisi

Succede alla ceramica Gsi dove i dipendenti hanno anche rinunciato a parte del tfr

Gallese, i lavoratori si riducono lo stipendio per salvare l'azienda in crisi

Per salvare l’azienda si riducono lo stipendio. Questa incredibile decisione è stata presa giovedì dai lavoratori della ceramica Gsi (Gruppo sanitari Italia spa), durante un’assemblea convocata per l’occasione. Particolarmente soddisfatti i sindacati (Filctem  Cgil, Femca Cisl, Fialc  Cisal, Rsu) “per l’accordo raggiunto con la direzione aziendale - scrivono in una nota diffusa ieri - in merito al rilancio dell'attività produttiva e per raggiungere l'obbiettivo di riposizionare l'azienda nel mercato nazionale e internazionale e reimpiegare, in questa prima fase, gran parte del personale in cassa integrazione”. L’azienda ha garantito il suo impegno a portare avanti il suo programma di investimenti per l'ammodernamento degli impianti di produzione e per lo sviluppo dell'attività commerciale, cosa che di questi tempi è tutt’altro che semplice, ma che avrà il contributo sostanziale dei lavoratori i quali, per tutto il 2013, rinunceranno alla quattordicesima mensilità (gratifica feriale) ed avranno una riduzione del salario mensile pari ad una giornata di lavoro.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 29 dicembre

Più letti oggi

il punto
del direttore