Vignanello, tombola vivente e notte di San Silvestro

Vignanello, tombola vivente e notte di San Silvestro

Le iniziative sono organizzate dalla Pro loco in collaborazione con "Il Puzzoloso"

26.12.2012

0

Un gioco popolare animato. Unico nel suo genere. Alla tombola tradizionale si unisce l’ironia e la creatività di quanti vorranno rappresentare, per il giorno di Santo Stefano, un numero fortunato. Vignanello si prepara, per il terzo anno consecutivo, a rivivere l’atmosfera e il divertimento di un’iniziativa avanguardistica in tutta la provincia di Viterbo: la tombola vivente. Dopo l’enorme successo degli scorsi anni, torna in piazza della Repubblica il 26 dicembre, alle 16.30, la tombola vivente. Una manifestazione nata dalla volontà della Pro Loco in collaborazione con “il Puzzoloso” e, come scenario, il suggestivo castello Ruspoli e la chiesa Collegiata Santa Maria della Presentazione. L’atmosfera di festa, le luci natalizie, e gli odori di caldarroste e vin brulè contribuiranno a rendere ancora più piacevole un pomeriggio all’insegna del gioco e della spensieratezza. "L’idea di fondo – commenta Elisa Fochetti, presidente della Pro Loco – è di vivere in maniera diversa, e creativa, la tombola. La manifestazione, personalizzata dagli stessi vignanellesi, vuole rendere omaggio a questa eterna compagna di giochi che, per l’occasione, vestiranno i panni dei novanta numeri. Gli scorsi anni è stato un enorme successo di pubblico e, anche per questo anno, siamo sicuri che le aspettative non saranno disattese". Inoltre la Pro loco invita a trascorre la notte del 31 dicembre nella splendida cornice di piazza della Repubblica tra il maestoso Castello Ruspoli che domina il panorama del borgo, contrapponendosi al volume solenne della Chiesa di Santa Maria della Presentazione.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli