Commissione consultiva per la pesca, via libera al bando di ripopolamento ittico

Commissione consultiva per la pesca, via libera al bando di ripopolamento ittico

Simeone: "Sulla pesca all’anguilla lavoreremo per individuare soluzioni condivise"

20.12.2012

0

Si è riunita a palazzo Gentili la commissione consultiva per la pesca composta dalla Provincia, dalla Regione Lazio, dall’osservatorio ittico regionale e dai rappresentanti dei pescatori professionisti, dei sindacati di categoria, delle associazioni dei produttori ittici. Diversi gli argomenti all’ordine del giorno. La Commissione ha discusso innanzitutto in merito alle disposizioni dell’Unione Europea, recepite dall’Italia, che impongono forti limitazioni al prelievo dell’anguilla al fine di frenare la drastica riduzione della specie. La Regione Lazio, in ottemperanza alla direttiva europea, ha avviato un programma di gestione, controllo e monitoraggio della specie, con prelievi limitati sia nel tempo che nell’assortimento. I periodi imposti dalla Regione per salvaguardare il ciclo produttivo delle anguille non trovano però favorevoli i pescatori che hanno evidenziato come, le limitazioni alla pesca, vadano a gravare sui mesi in cui le richieste del mercato sono maggiori. La Provincia si è fatta carico di intervenire presso la Regione, per individuare una soluzione equa che contempli la necessità di tutelare la specie con i diritti del comparto. La Provincia, nel corso della riunione, ha inoltre annunciato anche per l’anno 2013 l’indizione della gara per l’affidamento in appalto della "Fornitura di specie ittiche per il ripopolamento delle acque interne del territorio provinciale" che permetterà di incrementare la presenza di pesci nei laghi e torrenti della Tuscia. La Commissione ha poi dato il via libera al progetto denominato "Ittico" proposto dalla Provincia. Si tratta di un progetto multimediale di didattica e comunicazione ambientale, finanziato con i fondi sulla pesca dell’Unione Europea 2007/2013, che mira a divulgare la cultura e la conoscenza della fauna acquatica. L’assessore alla pesca Franco Simeone ha espresso soddisfazione per l’esito dell’incontro: "Grazie a questo fondamentale organismo consultivo – ha dichiarato – riusciamo ad avere un quadro preciso e costante dello stato della pesca sul nostro territorio, programmando le azioni più incisive ed utili. I pescatori hanno evidenziato una serie di problematiche, prima fra tutti quella relativa alla pesca dell’anguilla, che ci siamo impegnati a portare all’attenzione della Regione. Attraverso il bando per la fornitura delle specie ittiche – prosegue l’assessore – saremo inoltre in grado di assicurare anche per l’anno in corso il ripopolamento dei nostri laghi e dei corsi d’acqua con l’immissione di trote, carpe, tinche, anguille, persici reali ecc. essenziali a garantire un proficuo svolgimento della pesca salvaguardando l’equilibrio ittico naturalistico".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery