Stop ai ritardi nei pagamenti verso i fornitori, il 2013 porta novità

Stop ai ritardi nei pagamenti verso i fornitori, il 2013 porta novità

 Il Cna organizza un incontro lunedì 10 per sapere tutto sulla direttiva comunitaria 2011/7. Le pubbliche amministrazioni dovranno pagare entro 30 giorni dal ricevimento della fattura

0

Anche l’Italia ha finalmente recepito la direttiva comunitaria 2011/7 relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali. Per i contratti stipulati a partire dal 1° gennaio 2013, entreranno in vigore le regole fissate dal decreto legislativo 192 dello scorso 9 novembre. "La nuova disciplina è stata fortemente sollecitata dalla nostra associazione. I ritardi di pagamento - si legge in una nota - in particolar modo la morosità della pubblica amministrazione, hanno determinato grande sofferenza e costretto alla chiusura moltissime imprese. Bisogna dare certezze a chi lavora e creare nuova liquidità. Le disposizioni che scatteranno tra pochi giorni -afferma Luigia Melaragni, segretaria della Cna di Viterbo e Civitavecchia - sono rivolte a rafforzare le tutele dei creditori, in primo luogo attraverso l’introduzione di termini di pagamento non derogabili da parte delle pubbliche amministrazioni e l’irrigidimento dell’impianto sanzionatorio. E’ chiaro però che occorrerà vigilare sulla loro corretta applicazione, per valutarne la reale efficacia e individuare, se necessario, miglioramenti". Il Cna ha quindi organizzato un seminario, che si terrà lunedì 10 dicembre, alle 17, a Viterbo, nella sala riunioni di Cna Sostenibile. Interverrà Gianluca Papalia che illustrerà la disciplina e risponderà ai quesiti che gli imprenditori formuleranno. In sintesi, la prima novità è che dal 2013 le pubbliche amministrazioni dovranno pagare i loro fornitori entro 30 giorni dal ricevimento della fattura o a seconda delle specificità, dal ricevimento delle merci o dalla prestazione dei servizi. Sono previste delle eccezioni, per esempio per le Asl, che potranno effettuare i pagamenti a 60 giorni. Il creditore avrà anche diritto al rimborso dei costi sostenuti per il recupero delle somme.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Totti confessa: sono della Lazio", il video del capitano giallorosso per dire #Bastabufale

"Totti confessa: sono della Lazio", il video del capitano giallorosso per dire #Bastabufale

"Totti confessa: sono della Lazio. Clamorosa rivelazione del capitano romanista". Poi, "Ilary di nuovo incinta, partito il toto-nome". E infine, "Totti sul grande schermo, sarà lui il prossimo James Bond di 007". Il capitano della Roma, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook, legge una serie di titoli inventati e quindi commenta: "Ah regà, ma ancora credete a queste cose? Io mi sono ...