Confartigianato, imprese e famiglie alle prese con  il caro-energia

Confartigianato, imprese e famiglie alle prese con il caro-energia

Il segretario provinciale Andrea De Simone sollecita: "una riforma complessiva all’insegna dell’equità per ridurre e riequilibrare la tassazione sul prezzo dell’energia che grava soprattutto sulle piccole imprese"

03.12.2012

0

L’Italia conferma il primato negativo in Europa per la bolletta energetica più costosa a carico delle famiglie e delle aziende. I nostri imprenditori, infatti, pagano l’elettricità il 36,4 per cento in più rispetto alla media UE e per le forniture di gas sborsano il 5,8 per cento in più rispetto ai concorrenti europei. Non va meglio per le famiglie che tra luce, gas e carburanti spendono il 5,6 per cento in più della media europea. Le differenze Italia-Ue nei costi dell'energia emergono da un’analisi condotta da Confartigianato. Il gap che ci separa dal resto d’Europa è il risultato della corsa dei prezzi verificatasi nell’ultimo anno e, alla fine, il ‘caro energia’ è un male che accomuna tutti gli italiani. Per quanto riguarda gli imprenditori, tra il 2011 e il 2012 il costo dell’energia elettrica per uso industriale è cresciuto del 12,7 per cento, con un’intensità più che doppia rispetto ai rincari del 5,2 per cento registrati nell’Eurozona. La situazione peggiora per le tariffe del gas a carico delle imprese: nell’ultimo anno sono aumentate del 30,4 per cento, mentre nell’Eurozona i rincari si sono fermati al 12,9 per cento. Per abbassare il costo dell'energia che colpisce la competitività delle imprese, il segretario provinciale Andrea De Simone sollecita "una riforma complessiva all’insegna dell’equità per ridurre e riequilibrare la tassazione sul prezzo dell’energia che grava soprattutto sulle piccole imprese. Servono anche riforme strutturali che aprano alla vera concorrenza i settori dell’elettricità e del gas e che puntino sull’efficienza energetica e sull’uso di fonti rinnovabili".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery