Civita Castellana, donata al vescovo la bandiera di Coldiretti

Civita Castellana, donata al vescovo la bandiera di Coldiretti

Il gesto è avvenuto all'interno della "Giornata del ringraziamento" tradizionale ricorrenza che viene festeggiata dalla Coldiretti in tutta Italia

03.12.2012 - 14:39

0

Celebrata a Civita Castellana la "Giornata del ringraziamento" tradizionale ricorrenza che dal 1951 viene festeggiata dalla Coldiretti in tutta Italia e che rappresenta un momento importante che consente all’organizzazione agricola di confermare la sua matrice cattolica, basata sulla dottrina sociale della chiesa e un’attenta riflessione sulla realtà agricola, che da risorsa sociale qual è, ha profonde relazioni con cittadini, consumatori e tutta la comunità del territorio. Durante la santa messa celebrata da monsignor Romano Rossi, vescovo della diocesi di Civita Castellana, sono stati offerti i prodotti della terra e insieme a questi, per la prima volta la bandiera della Coldiretti quale simbolo del desiderio di contribuire alla crescita dell'economia e della società nel rispetto della solidarietà e delle indicazioni della dottrina sociale della chiesa, valori che sono alla base dell'azione della Coldiretti. "La crisi - afferma Leonardo Michelini, presidente della Coldiretti di Viterbo - ci fa continuamente riflettere sulla necessità di investire su alcuni valori durevoli, continuativi, che non conoscono erosione: la socialità, l’amicizia, la famiglia, lo stare bene assieme, la spiritualità, la solidarietà. Valori che sono propri dei nostri territori e della nostra gente, elementi fondanti della comunità. Proprio nella comunità, c’è l’essenza, il concetto base del modello di sviluppo verso cui tendere; c’è la chiave per potersi integrare nel mare della globalizzazione senza smarrirsi, conservando la solidità e la coerenza dei nostri modelli identitari e valoriali. E questi sono propri i valori dell’agricoltura, quei valori che con il "ringraziamento" vogliamo trasferire a tutta la società. La Coldiretti - continua Michelini - ha sempre creduto nell’importanza di questi momenti e anche in annate particolarmente difficili, come l’ultima abbiamo ben presente la responsabilità morale e sociale, che incombe sulle nostre persone, sulle nostre famiglie e imprese e riteniamo fondamentale non perdere mai di vista i valori religiosi e comunitari da custodire".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...

 
Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Napoli (askanews) - Al convegno "Black Box" svoltosi a Napoli il 22 aprile 2017 con il patrocinio del Comune, si è parlato di "scatola nera", un congegno elettronico che non viaggia più solo sugli aerei ma sempre più spesso anche sulle auto. Si tratta di un dispositivo elettronico che registra una grande quantità di dati sulla condotta e lo stile di guida di un assicurato, uno strumento utile per ...

 
Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Il Cairo (askanews) - In queste drammatiche immagini, la realtà di una guerra feroce e senza esclusione di colpi. Nel video postato in rete da attivisti dell'opposizione egiziana si vedono soldati in divisa che uccidono a sangue freddo persone disarmate per poi inscenare una falsa ricostruzione al fine di far credere che le vittime siano morte in combattimento. Le esecuzioni sommarie sarebbero ...

 
Lutto nel ciclismo: morto in incidente stradale Michele Scarponi

Lutto nel ciclismo: morto in incidente stradale Michele Scarponi

Filottrano, Ancona (askanews) - Tragedia nel mondo del ciclismo. È morto a 37 anni Michele Scarponi, investito da un furgone a Filottrano, in provincia di Ancona. L'Aquila di Filottrano, com'era soprannominato, stava allenandosi in sella alla sua bicicletta quando a un incrocio è stato travolto da un furgone. Un'ambulanza del 118 è subito accorsa ma i medici non hanno potuto che constatare il ...

 
Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Caprarola

Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Domenica 2 aprile come ogni prima domenica del mese l'ingresso allo splendido Palazzo Farnese di Caprarola era gratuito e aperto a tutti. Una ghiotta occasione per ammirarne le ...

Raffaella Fico: "Sposerò Alessandro Moggi"

Annuncio a sorpresa

Raffaella Fico: "Sposerò Alessandro Moggi"

“Ci siamo fidanzati 11 mesi fa ma il nostro è stato davvero amore a prima vista e Alessandro mi ha chiesto di sposarlo dopo appena due mesi che uscivamo insieme”. Lo ha rivelato ...