Scuole occupate e insegnanti in mobilitazione

Si è aperta un'altra settimana di tensione nei principali istituti di Viterbo, tra i quali l'Itc Paolo Savi e il Santa Rosa. Autegestione conclusa al liceo Buratti

28.11.2012 - 11:10

0

Si è aperta un'altra settimana di tensione nelle scuole, occupazioni in tutta la provincia e forme di mobilitazione anche da parte degli insegnanti. In corso la protesta dell'Itc Paolo Savi di Viterbo, che ha deciso, grazie alla collaborazione della preside e dei docenti, di indire autogestione. "Una decisione che noi di Movimento Studentesco – si legge in una note della responsabile provinciale Ivana Tuia -  appoggiamo in pieno perché è a dimostrazione del fatto che queste manifestazioni non sono il pretesto per fare cinque giorni di vacanza, ma il desiderio degli studenti di riprendersi un'istituzione costruita per loro, la scuola, e con essa il diritto allo studio e il loro futuro".
L'autogestione infatti è stata studiata da giorni dai rappresentanti, che pur garantendo il normale svolgimento delle lezioni soprattutto per chi è all'ultimo anno, hanno stilato un vario e ricco programma con laboratori, corsi, ma soprattutto un incontro con le istituzioni della Provincia, in cui i ragazzi potranno dire la loro, per avere dei chiarimenti sui tagli del governo e la legge Aprea, che prevede l'entrata dei privati nei Consigli d'Istituto, trasformandoli in Consigli dell'Autonomia, molto più simili a Consigli d'Amministrazione di un'azienda che ad un organo collegiale.
Al liceo "M. Buratti" di Viterbo invece la protesta, iniziata il 23 novembre scorso si è conclusa ieri, lunedì 26. Da questa esperienza di protesta studentesca si è andata a strutturare – spiegano gli studenti del Buratti - "una strettissima collaborazione tra le rappresentanze dei vari Istituti del Viterbese, che intendono, coesi, mantenere viva l'agitazione di questi giorni".
La mobilitazione degli insegnanti del Santa Rosa La maggioranza dei docenti e del personale del Liceo delle Scienze umane "Santa Rosa da Viterbo", ribadendo il proprio dissenso soprattutto per le modifiche degli organi collegiali sulla base della ex-legge Aprea, il finanziamento di 279 milioni di euro alle scuole private, la mancata immissione in ruolo dei precari storici intende mantenere lo stato di mobilitazione attraverso soprattutto la sospensione dell'approvazione del Pof e il blocco di tutte le attività extracurriculari (coordinamento dei Consigli di classe, progetti, commissioni, uscite didattiche e viaggi d'istruzione, settimane bianche, attività sportive e tutto quanto non previsto dal Ccnl).

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

El Alamein (askanews) - Le autorità egiziane e più di 35 delegazioni straniere hanno commemorato il 75esimo anniversario della battaglia di El Alamein del 1942, importante vittoria alleata sui nazisti, in un Egitto in lutto per la morte ieri in un attentato di almeno 35 poliziotti. La cerimonia si è svolta al cimitero della Commonwealth War Graves Commission, dove riposano i resti dei soldati ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Madrid (askanews) - Il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, riunito in un Consiglio dei ministri durato un paio di ore, ha deciso di fare ricorso all'Articolo 155 della Costituzione per revocare una serie di prerogative della Generalitat della Catalogna, il governo regionale autonomo, dopo che questo ha fatto votare un referendum per l'indipendenza. "Applichiamo l'Articolo 155 della ...

 
A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

Milano, (askanews) - Per ogni cottura ci vuole la pentola giusta. Da 110 anni è questo principio che ispira un'azienda simbolo del made in Italy, la Pentole Agnelli, presenza immancabile nelle cucine dei grandi chef di tutto il mondo. E non solo. E pensare che tutto ebbe inizio con un metallo considerato prezioso all'inizio del secolo scorso: "Nonno Baldassare nel 1907 inizia a utilizzare ...

 
"Il gobbo" della Compagnia della Rupe dal successo di Cracovia ad Orvieto

Grotte di Castro

"Il gobbo" della Compagnia della Rupe dal successo di Cracovia ad Orvieto

Intramontabile il successo che la Compagnia della Rupe di Grotte di Castro continua a riscuotere nei teatri e dopo lo spettacolo offerto a Cracovia (Polonia) lo scorso anno ...

22.10.2017

Alla scoperta degli Slavi-Bravissime Persone, live alla Casa di Emme

Bassano Romano

Alla scoperta degli Slavi-Bravissime Persone, live alla Casa di Emme

Live alla Casa di Emme di Bassano Romano, venerdì 27 ottobre 2017, per Slavi-Bravissime Persone che, a partire dalle 22, suoneranno i pezzi del loro primo album d’inediti, ...

22.10.2017

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017