Cerca

Martedì 28 Febbraio 2017 | 17:48

Raggiunto un compromesso fra comuni ed Ecologia Viterbo sulla tariffa dei rifiuti

Equitani: "La Regione Lazio che la società hanno annunciato l'intenzione di proporre appello al Consiglio di Stato avverso alla sentenza del Tar"

Il vicepresidente con delega all’Ambiente Paolo Equitani e al presidente della Commissione Ambiente Francesco Galli, ha incontrato a Palazzo Gentili i sindaci della Tuscia per discutere in merito alla determinazione della tariffa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Il Tar del Lazio, in seguito al ricorso presentato dai Comuni viterbesi sotto il coordinamento della Provincia, ha annullato la determina dirigenziale della Regione Lazio con cui era stata stabilita la tariffa definitiva d’accesso all’impianto di preselezione e trattamento situato in località Casale Bussi. Determina che aveva comportato un sensibile aumento dei costi a carico delle comunità locali. Nei giorni scorsi si è svolto un incontro a Roma al quale ha partecipato lo stesso Equitani insieme ai dirigenti regionali e ai responsabili della società Ecologia Viterbo. "Sia la Regione Lazio che la società – ha riferito Equitani - hanno annunciato l'intenzione di proporre appello al Consiglio di Stato avverso alla sentenza del Tar. La Regione è intenzionata addirittura a chiedere la sospensiva diversamente da Ecologia Viterbo che ha deciso di discutere la questione nel merito. Un atteggiamento quello della Regione che non esito a definire sconcertante dal momento che sembra più orientato a tutelare gli interessi privati di chi gestisce il servizio in regime di totale monopolio che i diritti dei cittadini".
I Comuni si sono espressi favorevolmente, dando mandato alla Provincia di comunicare ad Ecologia Viterbo la decisione di accettare il costo provvisorio della tariffa. Naturalmente dal punto di vista legale i Comuni, con il supporto attivo e determinante della Provincia, porteranno avanti la battaglia in sede legale per veder riconfermata la sentenza del Tar, continuando allo stesso tempo a proporre la determinazione di una tariffa equa e condivisa e composta attraverso il coinvolgimento pieno del territorio.

Più letti oggi

il punto
del direttore