Unopiù, l'incontro tra sindacati e azienda fa sperare ben poco

L'assessore al Lavoro Bianchini commenta l'assemblea di stamani: "L'azienda non può pensare di vincere 10-0"  

21.11.2012 - 09:59

0

Crisi dell’Unopiù, ancora nulla di nuovo sotto il sole. Dopo due giorni di sciopero in piazza non c’è ancora nessuna novità concreta per i 74 dipendenti a rischio mobilità della  ditta sorianese Unopiù. L’incontro tra sindacati e azienda, tenutosi questa mattina in Prefettura, ha prodotto ben pochi risultati se non una rinnovata apertura della ditta al dialogo con le parti sociali, che continuano a proporre,come alternativa alla mobilità, il ricorso agli ammortizzatori sociali e al contratto di solidarietà. I rappresentanti della Unopiù, che in precedenza avevano rifiutato ogni trattativa, si sono detti disponibili a valutare le soluzioni dei sindacati, nel corso dei prossimi consigli d’amministrazione del 26 novembre e del 3 dicembre. “La situazione ora è in standby – dichiara Fortunato Mannino del Cisl – ma, sinceramente, la condotta dell’azienda mi sembra un po’ ambigua. I mezzi per evitare il licenziamento ci sono e vanno sfruttati. L’azienda deve poi chiarire quale sarà la sua strategia per il 2013, giacché questa grande instabilità promette di coinvolgere non solo i 74 a rischio mobilità, ma tutti e 176 i dipendenti. Speriamo in un intervento risolutivo da parte delle autorità ma, nel caso gli eventi volgano al peggio, siamo pronti a intentare 72 cause all’azienda”.
Bianchini: "L'azienda non può pensare di vincere 10-0" L'assessore alle Politiche sociali e al lavoro è intervenuto in difesa dei lavoratori della Unopiù.  "La situazione difficile che si è creata è stata causata - ha detto Bianchini - da una progressiva minore attenzione nei confronti del territorio: fino a quando alla guida della società ci sono stati importanti imprenditori del Viterbese, il legame affettivo tra la Unopiù e la Tuscia ha portato buoni risultati e ad un benessere diffuso per tutti. In questo momento delicato - ha concluso l'assessore - il mio sostegno personale, politico e istituzionale va ai lavoratori della Unopiù e alle loro famiglie: credo sia necessario riportare un po' di equilibrio all'interno della trattativa tra società e sindacati, per chiudere questa vertenza nel modo più indolore possibile per tutti".

 

NOTIZIE CORRELATE:
"Unopiù, si convochi un 'tavolo'"

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Grasso all'assemblea LeU a Milano: "Disponibile ad alleanze"

Grasso all'assemblea LeU a Milano: "Disponibile ad alleanze"

(Agenzia Vista) Milano, 16 luglio 2018 "Liberi e Uguali è un oggetto politico autonomo ma non autosufficiente ma disponibile ad alleanze ma dopo che si sarà creato un proprio progetto e obiettivo. Non è questo il momento di parlare di alleanze, ciò però non significa che non ci possano essere". Lo ha detto il leader di Liberi e Uguali Pietro Grasso a margine dell'assemblea del partito a Milano ...

 
Cristiano Ronaldo presenta la maglia numero 7 con Andrea Agnelli

Cristiano Ronaldo presenta la maglia numero 7 con Andrea Agnelli

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Cristiano Ronaldo fa la foto ai giornalisti presenti

Cristiano Ronaldo fa la foto ai giornalisti presenti

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Cristiano Ronaldo alla Juve: Voglio essere sempre un esempio dentro e fuori dal campo

Cristiano Ronaldo alla Juve: Voglio essere sempre un esempio dentro e fuori dal campo

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018