Cerca

Lunedì 27 Febbraio 2017 | 03:14

Promosso a pieni voti il progetto "NaturAmica"

La pet terapy a sotegno della disabilità. L'iniziativa si concluderà giovedì al maneggio Agri.mus

Step finale per il progetto “NaturAmica” 2012. L’evento di chiusura, si terrà al maneggio dell’azienda Agri.mus di Tarquinia, giovedì 15 (alle ore 15) ma già si tirano le somme e i risultati sono più che positivi. A proporre il progetto fu  il direttore del distretto 2 della Ausl di Viterbo, Fabiola Cenci, attraverso un cofinanziamento con la fondazione Cassa di risparmio di Civitavecchia. L’iniziativa, gestita dalla cooperativa sociale Alice, in collaborazione con i tecnici esperti in onoterapia Silvia Boni e Luca Zangelmi, ha permesso a bambini e adulti con disabilità cognitiva, affettivo relazionale e neuromotoria, di sperimentare un primo intervento di pet therapy con l’ausilio degli asini. “Sono stati realizzati – spiega la Cenci - due distinti percorsi che hanno coinvolto 7 ragazzi in età evolutiva in carico all’unità operativa di neuropsichiatria infantile e un gruppo di 7 adulti con disabilità che frequentano il centro socio riabilitativo Capotorti, tutti residenti nei comuni del distretto socio sanitario VT/2. Il contatto con la natura in un ambiente ricco di stimoli e l’uso del gioco come filo conduttore della intera esperienza hanno costituito un collante prezioso per la motivazione e la partecipazione. Inoltre, la relazione che si è instaurata tra gli utenti e gli animali è risultata un efficace sostegno terapeutico perché ha prodotto significativi miglioramenti dei singoli e del gruppo relativamente agli aspetti psicomotori, psicologici e socio affettivi”.

Più letti oggi

il punto
del direttore