Accogliere le reliquie di Giovanni Paolo II e di Padre Pio

Due giorni di convegno-studio, poi, sabato alle 19, messa solenne presieduta dal vescovo di Viterbo Lino Fumagalli

08.11.2012

0

Il coordinamento diocesano di Viterbo dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio, in collaborazione con quello Regionale e con il Pontificio Consiglio della Salute, ha promosso due giorni di convegno-studio e  preghiera dal titolo: "Giovanni Paolo II e Padre Pio da Pietrelcina, testimoni in Cristo della sofferenza redenta".
Tale iniziativa, in occasione dell'Anno della Fede si terrà domani, venerdì 9, e sabato 10 novembre dalle 16.30 in poi, presso il Santuario della Madonna della Quercia in Viterbo.
Il programma prevede anche l'accoglienza delle reliquie di Giovanni Paolo II e di Padre Pio che stanno peregrinando attraverso i luoghi della sofferenza a Roma e nelle diocesi del Lazio. La reliquia di Giovanni Paolo II è un lembo della sua veste intrisa di sangue scaturito dalla ferita causata dall'attentato del 13 maggio. Di Padre Pio sarà venerata la benda intrisa del sangue della stimmata del costato.
Venerdì 9 è prevista alle ore 16.00 la relazione di monsignor  Darius Giers, del Pontificio Consiglio della Salute, cui seguirà alle ore 18.00 la messa solenne presieduta da don Tancredi Muccioli, coordinatore diocesano.
Sabato 10 novembre si inizierà alle ore 17.30 con il contributo di  monsignor Pietro Bongiovanni, coordinatore regionale, e, alle ore 19.00, la messa solenne presieduta da monsignor Lino Fumagalli, vescovo di Viterbo.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery