Cerca

Martedì 24 Gennaio 2017 | 10:12

Volley A2 maschile

Tuscania, debutto amaro in campionato

Tuscania, debutto amaro in campionato

Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Domar Matera 2-3

(25-23 / 25-22 / 30-32 / 20-25 / 8-15)

DOMAR MATERA: Pinelli 4, Cernic 16, Joventino 16, Zamagni 7, Bortolozzo 4, Villena 26,
LoBianco, Sesto, Lapacciana ne, Suglia ne, DaSilva ne, Monteleone ne. All.: Mastrangelo Vincenzo, ass.: Andriani Antonello.
MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Buzzelli 17, Festi 13, Ottaviani 12, DiFelice 2, Rossi 3, Shavrak 17, Alborghetti 10, Krumins 7, Marchisio, Leoni, Vitangeli ne,
Silva ne.
ARBITRI: Longo Antonio (Grosseto), Bertoletti Gianluca ( Roma )
NOTE: Durata set: 27’,28’,38’,28’,14’. Tot 2h15’
MATERA: batt. sbagl. 14, ace 5, muri 7.
TUSCANIA: batt. sbagl. 18, ace 5, muri 15

Peccato! L’esordio della Maury’s Italiana Assicurazioni nel campionato nazionale A2 UnipolSai era iniziato nel migliore dei modi vincendo i primi due set, mettendo in mostra aggressività, carattere e velocità di gioco che avevano creato non poche difficoltà agli uomini di Mastrangelo. Un fantastico pubblico ha gremito gli spalti del palazzetto di Montefiascone, quest’anno nuova casa dei bianco-blu, ha sostenuto i propri colori in modo simpaticamente rumoroso ed incessante per tutta la durata dell’incontro. Nel momento cruciale del terzo set, protrattosi abbondantemente oltre il classico punteggio, ed in vantaggio 30-29 i ragazzi di Tofoli nella foga di chiudere la partita commettono tre errori imperdonabili consegnando il set agli increduli lucani. Passata la paura la Domar, che sa giocare, inizia a mettere in difficoltà i padroni di casa che accusato il colpo, complice anche le non perfette condizioni di Shavrak, non trovano piu il bandolo della matassa. A nulla valgono i cambi effettuati da Tofoli per far tirare il fiato a chi ha speso molto, Tuscania non riesce piu ad essere incisiva ed aggressiva come i tre set precedenti e la partita prende, lentamente ma inesorabilmente, la strada di Matera. Peccato, avevamo accarezzato un sogno! Questa onorevolissima sconfitta ci fa capire che in serie A non si può sognare, bisogna essere cinici e trarre esperienza da partite come questa, soprattutto con questi avversari. Non deve prevalere lo sconforto, in fondo un punto in classifica è stato guadagnato, cose belle ne abbiamo viste, ripartiamo da questi aspetti positivi, del resto il campionato è iniziato oggi e la strada è ancora lunga.

 

Più letti oggi

il punto
del direttore