Special Olympics, debutta il fondo. Bocci beffato al fotofinish nei 1.500

Special Olympics, debutta il fondo. Bocci beffato al fotofinish nei 1.500

L’atleta viterbese (impegnato alla Maturità) secondo dietro a Carpenedo

28.06.2013 - 14:16

0

Un duello avvincente. Un equilibrio durato dalla prima all’ultima bracciata. Grandi emozioni lunedì pomeriggio nelle acque del lago di Capodimonte per tanti Atleti che hanno animato la prova più impegnativa di questi 29° Giochi nazionali estivi Special Olympics. Il debutto dei 1.500 metri in acque libere in Italia, a due anni dalla prima esperienza ai Mondiali di Atene, ha regalato una delle pagine più belle di questo evento. Perché i dieci atleti iscritti, appartenenti a tre divisioni, non hanno tradito le attese, superando con coraggio la prova dell’adattamento a condizioni di gara differenti rispetto a quelle in vasca. La temperatura più bassa e le correnti non hanno infatti impedito agli atleti di duellare tra le boe, tra gli incitamenti di un folto pubblico. Occhi puntati sulla prima divisione, dove ha tenuto tutti col fiato sospeso la sfida tra Alessio Carpenedo della Polisportiva Terraglio (Mestre) e un atleta di casa, il viterbese Alberto Bocci (Istituto superiore “Orioli”).
Vicini, praticamente attaccati l’uno all’altro dall’inizio alla fine, in un confronto spalla a spalla che ha visto riemergere per primo Carpenedo, quasi al fotofinish: 26’32’’ l’eccellente tempo registrato dall’atleta veneziano, che prima di chiedere un accappatoio è andato a cercare il suo rivale per abbracciarlo e complimentarsi. Per Alberto Bocci questi Giochi Nazionali si sovrappongono agli esami di maturità.
E lunedì c’era anche il dirigente scolastico dell’istituto professionale “Orioli”, Luigi Valente, ad applaudirlo all'arrivo della gara dei 1500 metri: “Io mi alleno cinque volte a settimana - spiega Alberto - ma adesso è quasi arrivato il momento di riposarsi un po’. Domani mattina (ieri, ndr) ho la prova orale e poi torno in piscina perché ho la mia ultima gara di questi giochi: i 50 metri stile libero. Nel mio esame parlerò anche del nuoto, perché penso faccia molto bene. La gente lo deve sapere”.
Solleva la manica della maglietta, tatuato sul braccio un delfino colorato sembra festeggiare il suo bellissimo argento: “Questa medaglia la dedico ai miei genitori, ma anche alla mia squadra e soprattutto a me stesso”.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 26 giugno

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Nasce Luiss Open, research magazine del pensiero aperto

Nasce Luiss Open, research magazine del pensiero aperto

Roma, (askanews) - Presentato LUISS OPEN, primo research magazine nato per sviluppare la ricerca e la formazione, dando voce a docenti, studenti, top manager e influencers su argomenti di ampio respiro e su temi di stretta attualità, suscettibili di dibattito e di riflessioni aperte. In sintesi un innovativo aggregatore di idee, fonte di approfondimento scientifico a favore del pubblico esterno e ...

 
Gina Miller, la donna che guida la campagna anti hard-Brexit

Gina Miller, la donna che guida la campagna anti hard-Brexit

Londra (askanews) - Lei è Gina Miller, la donna che da sola combatte la Brexit e che ha lanciato "Best of Britain" un'iniziativa per promuovere la causa europeista nel corso della campagna elettorale delle elezioni legislative britanniche anticipate dell'8 giugno 2017. "Best of Britain - spiega - è nato un'ora esatta dopo l'annuncio delle elezioni dell'8 giugno da parte del Primo ministro, ...

 
A Roma una palestra outdoor: all'Eur 30 discipline per 9 giorni

A Roma una palestra outdoor: all'Eur 30 discipline per 9 giorni

Roma, (askanews) - Per il sesto anno torna a Roma, al Laghetto dell'Eur, la manifestazione "Sport in famiglia", in programma fino al primo maggio, evento che si lega in particolare ai temi dell'integrazione sociale, del bullismo e dell'utilizzo dei social network in ambito sportivo. Un maxi evento, dove per nove giorni il parco e il laghetto dell'Eur diventeranno una palestra a cielo aperto, per ...

 
Pittura extraterrestre per tornare a casa: Flavio De Marco a M77

Pittura extraterrestre per tornare a casa: Flavio De Marco a M77

Milano (askanews) - Partire dal paesaggio extraterreste... per tornare a casa. Potremmo forse riassumere così la mostra "Planetarium" di Flavio De Marco che è allestita sui due piani della galleria M77 di via Mecenate a Milano. Potremmo farlo perchè l'artista, leccese con base a Berlino, ha scelto di partire dagli altri pianeti del Sistema solare e dal loro registro cromatico per strutturare i ...

 
Elton John ha rischiato di morire

Rara infezione

Elton John ha rischiato di morire

Elton John ha rischiato di morire per una rara infezione contratta mentre era in tour in Sudamerica. Lo fa sapere il portavoce del cantante inglese, che si è sentito male la ...

Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Caprarola

Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Domenica 2 aprile come ogni prima domenica del mese l'ingresso allo splendido Palazzo Farnese di Caprarola era gratuito e aperto a tutti. Una ghiotta occasione per ammirarne le ...