Cerca

Mercoledì 18 Gennaio 2017 | 00:38

Arianna De Santis, quando la classe non è acqua

La civitonica della Master Futura conquista l’argento nella prova dei 200 metri: "Ma quanta fatica"

Arianna De Santis, quando la classe non è acqua

La classe non è acqua. Arianna De Santis, new-entry nella squadra Master Futura Nuoto di Civita Castellana, si è posizionata seconda nei 200 metri al Meeting Flaminio. La forte atleta civitonica commenta in questo modo la sua brillante prestazione, ottenuta dopo un lungo periodo di inattività: “Ho iniziato a nuotare a quattro anni e la mia prima istruttrice è stata proprio Rossella Amato De Serpis che ora è l’allenatrice dei master e mia collega, in quanto siamo entrambe docenti di scuola primaria presso l’Istituto Comprensivo XXV Aprile. Un legame di amicizia stretto e sincero che ci accomuna non solo nello sport, ma anche nel lavoro.
Quando facevamo agonismo arrivavamo a percorrere giornalmente 6 km fino a raggiungere anche i 14kmdurante le vacanze di Natale ed estive”. Arianna De Santis vanta un palmares invidiabile. Nel 1999 e nel 2000 ai campionati giovanili di Imperia riesce ad entrare nei tempi limite, mentre vinse ai campionati italiani Uisp a Riccione nei 200 metri.
“Ricominciare dopo dieci anni di lontananza dal nuoto, la mia prima gara da Master in piscina scoperta con temperature invernali, oltre l’immenso freddo non è stata una bella sensazione, mi chiedevo sul blocco: ma chi me lo ha fatto fare? Sì, ho preso la medaglia d’argento ma che fatica. Ma una risposta a questa domanda me la sono data: l’unica motivazione personale a continuare in questo bellissimo e faticosissimo sport è questa: le splendide persone incontrate nella mia squadra”.

A cura di Alfredo Parroccini

il punto
del direttore