Cerca

Giovedì 08 Dicembre 2016 | 17:04

Oltre 550 atleti nella Tuscia per i giochi nazionali estivi "Special Olympics"

Viterbo e Capodimonte dal 21 al 26 giugno ospiteranno la manifestazione pensata per persone con disabilità intellettiva. Meroi e Danti: "Evento di qualità che la Provincia sostiene in materia convinta e decisa"

Oltre 550 atleti nella Tuscia per i giochi nazionali estivi "Special Olympics"

I giochi nazionali estivi Special Olympics di nuoto si terranno a Viterbo e Capodimonte dal 21 al 26 giugno. Si tratta di un programma internazionale di educazione e allenamenti sportivi per persone con disabilità intellettiva presente in oltre 170 nazioni del mondo. Per i giochi nazionali di giugno nella Tuscia è prevista la partecipazione di oltre 550 atleti e di circa 1.000 loro familiari, oltre alla presenza di 300 tra coach e dirigenti sportivi, 400 addetti tra staff e volontari (questi ultimi in massima parte reclutati sul territorio e quindi informati e preparati in precedenza sulla mission di Special Olympics).
Vista l'enorme portata della manifestazione e in considerazione del grande impatto sociale,  culturale, sportivo e anche turistico che l'iniziativa può avere sul territorio della Tuscia, il 15 maggio scorso il presidente della Provincia di Viterbo, Marcello Meroi, e l'assessore allo Sport di palazzo Gentili, Andrea Danti, hanno incontrato Stefania Cardenia, responsabile regionale Special Olympics, Maurizio Casciani, presidente dell'associazione "Sorrisi che nuotano – Eta Beta", e una rappresentanza di sindaci e amministratori dei Comuni della Tuscia. Obiettivo? Costituire un gruppo di lavoro che porti ad una concreta e congiunta operatività per una positiva riuscita dell'evento. "Chiediamo a tutti i Comuni un'estesa partecipazione – spiegano Meroi e Danti – per dare tutti insieme un segnale di condivisione e supporto nei confronti di una manifestazione di qualità che la Provincia sostiene in materia convinta e decisa". All'incontro erano presenti, insieme a Meroi e Danti, i rappresentanti dei Comuni di Viterbo, Orte, Arlena di Castro, Canino, Tuscania, Soriano nel Cimino, Vetralla e Bassano in Teverina, i quali hanno tutti aderito con entusiasmo alla proposta di lavoro congiunto presentata dal presidente, mentre le amministrazioni di Bagnoregio, Capranica e Capodimonte hanno dato già da tempo dato la propria adesione ai vertici di Special Olympics.
Per informazioni e adesioni è possibile contattare Special Olympics Italia al numero 06-52798742 o il presidente di "Sorrisi che Nuotano – Eta Beta", Maurizio Casciani, al numero 3284489289.

Più letti oggi

il punto
del direttore