Cerca

Giovedì 08 Dicembre 2016 | 17:05

Azzannato da un asino mentre correva, rischia di perdere il braccio

Salvato dall'intervento degli amici che sono riusciti ad afferrare l'animale per le narici e poi a farlo scappare. La vittima è ora ricoverato al Gemelli di Roma

Azzannato da un asino mentre correva, rischia di perdere il braccio

E’ ricoverato al policlinico Gemelli di Roma il quarantenne umbro che nei giorni scorsi è stato vittima dell’assalto di un asino mentre stava correndo con altre persone. Forse per i colori sgargianti della tenuta del podista o per il semplice fatto che corresse troppo vicino all’animale, sta di fatto che l’asino si sarebbe scagliato contro il quarantenne gettandolo a terra e poi azzannandogli un braccio. Una morsa letale dalla quale il quarantenne non riusciva a liberarsi anche perché l’animale lo spingeva a terra con il peso del muso. Oltre al morso, il pericolo poteva essere quello che l’asino scalciasse con gli zoccoli contro il malcapitato, ma il tempestivo intervento degli amici è stato determinate per evitare il peggio.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 10 giugno

Più letti oggi

il punto
del direttore