Cerca

Giovedì 08 Dicembre 2016 | 17:04

Azienda di Onano, operai in nero di cui uno immigrato clandestino: titolare denunciato

I due, un 28enne macedone e un 33enne grossetano, sono stati scoperti durante dei controlli ad opera dei carabinieri onanesi insieme al nucleo operativo di Viterbo

Azienda di Onano, operai in nero di cui uno immigrato clandestino: titolare denunciato

Controlli contro il lavoro sommerso e l'immigrazione clandestina per i carabinieri di Onano e quelli del nucleo ispettorato del lavoro di Viterbo. Esaminata un'azienda di Onano che opera nel settore della produzione di semi lavorati lignei, di pellet e legname da ardere. A seguito dei controlli è stato arrestato un cittadino macedone di 28 anni che oltre a essere stato impiegato in nero, era in completa violazione alle norme sull'immigrazione.
Lo straniero malgrado fosse stato espulso e allontanato dall'Italia nel 2011 è tornato in maniera irregolare. L'uomo dopo i controlli di rito, è stato accompagnato dai carabinieri al centro di identificazione ed espulsione di Trapani, dove è stato ospitato per il successivo rimpatrio. Nell'approfondimento del controllo è stata riscontrata la presenza di un altro dipendente 33enne grossetano anche lui in nero. Il titolare dell'azienda è stato così denunciato a piede libero all'autorità giudiziaria di Viterbo per la violazione sulle norme dell'immigrazione e del lavoro commisurandogli anche una pesante sanzione amministrativa e la sospensione di tutte le attività lavorative.

Più letti oggi

il punto
del direttore