Acquapendente, muore donna ferita alla testa

Acquapendente, muore donna ferita alla testa

Si indaga per omicidio, ma la nipote sospettata resta libera

04.01.2013 - 10:37

0

“Resto qui, non c’è motivo per cui me ne debba andare”. Dovrebbe temere la nipote, che vive con lui in casa. Nipote (sorta di figlia adottiva) sospettata di avere ferito alla testa, con un corpo contundente, la moglie, morta nel giorno di Natale. Invece, l’uomo se ne resta lì, nella sua casa aquesiana, in attesa degli eventi. Eventi che, ormai, sono legati all’esito dell’autopsia cui, nei giorni scorsi, è stata sottoposta la donna. Questa, I.G., 82 anni, presentava alcune lesioni sul corpo ma, soprattutto, una ferita alla testa. Una ferita non recente. La donna, portata in ospedale da un’ambulanza del 118, è poi deceduta. Se, tra la ferita alla testa (già suturata, sembra, e chiusa con dei punti alcuni giorni prima dell’arrivo in ospedale), le altre lesioni e il decesso della donna ci sia un nesso, è quanto debbono accertare i medici legali senesi. Inoltre, si deve cercare di stabilire se, a provocare quelle lesioni, sia stato un incidente domestico o, invece, un corpo contundente. Di questi, ne sono stati portati via alcuni dai carabinieri, durante il sopralluogo nella casa in cui abitava l’anziana seguito all’apertura dell’inchiesta. Ma, stando alle ipotesi, c’è anche da prendere in esame se, a colpire, possa essere stata la nipote con una protesi in vetroresina. In passato, la nipote - seguita dai servizi sociali - avrebbe manifestato, a più riprese, dei segnali di sofferenza psichica, che sarebbero sfociati in liti all’interno delle pareti domestiche, cruente. Per un certo periodo, i due anziani erano stati spostati in una struttura esterna; poi, avevano ripreso a vivere tra le loro mura. Per il momento, nessun provvedimento è stato adottato nei confronti della nipote (47 anni). Che, comunque, verrebbe tenuta d’occhio con discrezione. Il fatto è che, ammesso e non concesso che le vengano attribuite le lesioni, la donna potrebbe risultare non imputabile. Perché, appunto, priva della capacità di intendere e di volere al momento del fatto. Un punto, questo, che viene di solito accertato con una perizia. Tutto, per ora, è legato all’esito dell’autopsia. Ma le indagini continuano.

A cura di Nicola Moncada

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Champions, tutto pronto a Kiev per la finale Real-Liverpool

Champions, tutto pronto a Kiev per la finale Real-Liverpool

Roma, (askanews) - Tutto pronto a Kiev per la finale di Champions League tra Real Madrid e Liverpool. Tifosi e festa per la città, ma non mancano le tensioni, cominciate ieri con scontri tra tifoserie che ha portato a diversi feriti all'interno della capitale ucraina. E' poi arrivata anche la minaccia del terrorismo, come riporta su Facebook Interfax. L'allarme è però rientrato subito.

 
Granelli: a Ronchetto talpe M4 pronte a partire

Granelli: a Ronchetto talpe M4 pronte a partire

Milano, (askanews) - Tutto pronto a Ronchetto per la partenza delle due talpe Tbm che in 12 mesi scaveranno la tratta ovest della M4 fino a Solari. L'assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli che ha partecipato all'Open Day organizzato da M4 per permettere ai cittadini di vedere le talpe e visitare il cantiere. "Oggi - ha dichiarato Granelli - è un momento importante perché da ...

 
Coree, nuovo incontro tra Moon Jae-in e Kim Jong Un

Coree, nuovo incontro tra Moon Jae-in e Kim Jong Un

Roma, (askanews) - Il presidente sudcoreano Moon Jae-In ha incontrato il leader della Corea del Nord, Kim Jong Un: lo hanno annunciato fonti ufficiali di Seoul, dopo lo storico terzo summit intercoreano di fine aprile. L'incontro ha avuto luogo nella zona demilitarizzata che divide il Sud dal Nord. La Casa Blu, ufficio presidenziale della Corea del Sud, ha reso noto che i due leader hanno avuto ...

 
La Francia in piazza contro le politiche sociali di Macron

La Francia in piazza contro le politiche sociali di Macron

Roma, (askanews) - La Francia scende in piazza contro le politiche sociali del presidente Macron. La manifestazione nella giornata della "Marea popolare", in risposta alla convocazione di una sessantina di sindacati, contro la politica di Macron. Diverse migliaia di persone hanno iniziato a sfilare da Gare de l'Est verso Place de la Bastille. Tra gli organizzatori della protesta figurano Attac e ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018