Petardo in campo e parapiglia: i carabinieri costretti a intervenire dopo il match di calcetto

Petardo in campo e parapiglia: i carabinieri costretti a intervenire dopo il match di calcetto

Brutti episodi durante e a margine il match di C2 umbra tra locali e Ortana

10.12.2012

0

E’ andata a finire con il lancio di un petardo sul terreno di gioco e un parapiglia in campo, al momento del fischio finale, con giocatori e tifosi ospiti descritti, da chi c’era, in uno stato d’animo sin troppo agitato. Al punto che sono dovuti intervenire i carabinieri per riportare tutti alla ragione e la situazione alla normalità E’ successo venerdì sera ad Acquapendente, a margine del match tra la formazione locale e l’Ortana Calcio a 5, valido per il girone in cui sono inserite anche le due squadre laziali nell’ambito del campionato umbro di calcio 5. E dire che l’Ortana aveva persino vinto la sfida contro la formazione locale della Vigor, allenata dal tecnico Carlo Fioravanti. Cosa sia successo effettivamente in campo,ovverosia perché sia scattata la molla di un tale e così incomprensibile nervosismo, e soprattutto chi si sia macchiato di atteggiamenti decisamente contrari ai valori dello sport, lo scopriremo solo in settimana, alla lettura dei provvedimenti del giudice sportivo.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 9 dicembre 2012

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli