Cerca

Martedì 24 Gennaio 2017 | 22:29

I cinghialari Valle del Treja raccolgono mille euro da donare all’Andosilla

Cena di solidarietà con 300 partecipanti

La squadra di cinghialari Valle del Treja ha fatto ancora una volta centro. Il bersaglio colpito nell’occasione non è stato però un bel cinghiale selvatico all’interno di una macchia, bensì la solidarietà che arricchisce il cuore e dà speranza.

I famosi cacciatori civitonici
come ormai avviene da qualche anno, hanno organizzato una bella cena presso il ristorante Sabina al quale hanno partecipato oltre trecento commensali. Il banchetto ha permesso di raccogliere la cifra di mille euro che sono stati donati dal presidente della squadra Valle del Treja, Alberto Stinchelli, a Luciano Caregnato, presidente dell’associazione onlus “Una mano al tuo ospedale” per il prezioso acquisto di due holter Cardiaci, strumenti di alta tecnologia che permettono di monitorare l'attività del cuore nell’arco di 24/48 ore.

Presente all’evento
anche il primario di Cardiologia dell’ospedale Andosilla, Donato Di Donato. Si sono vissuti momenti di grande allegria quando si è proceduto all’estrazione di una ricca lotteria che ha regalato gradevoli premi ai presenti. Il premio più ambito è stata la vincita di un bel viaggio per due persone. Decisamente esilarante è stata poi la goliardica premiazione di alcuni cinghialari per le loro proverbiali “padelle” rimediate nelle varie battute di caccia della stagione.

Sono stati premiati per la loro mira non proprio eccezionale Giuseppe Malatesta, Giuseppe Dionisi, Roberto Funari e Sergio Bongarzone al quale è stata consegnata un’enorme padella con la centro la testa di un piccolo cinghiale. Un trofeo che Bongarzone, stando allo scherzo, ha esibito con grande gioia. Scroscianti gli applausi per tutti i vincitori e per tutti i cinghialari che si sono fatti immortalati in una immancabile foto di gruppo. Luciano Caregnato, presidente della onlus, ha ringraziato i commensali per la generosità dimostrata nei confronti dell’ospedale Andosilla e la squadra Valle del Treja per la encomiabile sensibilità dimostrata.

A cura di A. P.

Più letti oggi

il punto
del direttore