IL CARDINAL BERGOGLIO E' IL NUOVO PAPA E SI CHIAMA FRANCESCO I

Alle 19.06 il segnale dal comignolo della Cappella Sistina: l'applauso e il boato della folla. Tutto il mondo ha tenuto gli occhi puntati su piazza San Pietro per sapere il nome del vicario di Cristo. Circa 500mila i presenti. Ecco chi è il 266esimo Pontefice

14.03.2013 - 11:28

0

E' Jorge Mario Bergoglio il nuovo Papa: si chiamerà Francesco I. L'annuncio del protodiacono alle 20.13 di questa sera. Poi Bergoglio si affaccia dal balcone su piazza San Pietro salutato dalla folla. "Buonasera", è stato il suo primo saluto ai fedeli.

Il pensiero per Ratzinger
 "Voi sapete - ha detto - che il dovere del conclave è ordinare un vescovo a Roma, a me sembra che i miei colleghi sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo...", ha scherzato il nuovo Pontefice. Dopo un "grazie alla comunità diocesana", ha ripreso: "Prima di tutto vorrei fare una preghiera per il nostro vescovo emerito Benedetto XVI, perché il Signore lo benedica e la Madonna lo benedica".

Chiede una preghiera per sé
 Poi ha chiesto una benedizione anche per assolvere il gravoso compito che gli è stato assegnato dal conclave. "Cominciamo questo cammino, vescovo e popolo, il cammino della Chiesa di Roma, che presiede quello di tutte le Chiese; preghiamo per tutto il mondo perché ci sia una grande fratellanza. Vi auguro che in questo cammino di Chiesa che oggi iniziamo sia per l'evangelizzazione. Vorrei dare la benedizione ma prima vi chiedo un favore. Vi chiedo di pregare il Signore perché benedica il suo vescovo". E ancora: "Facciamo in silenzio questa preghiera di voi su di me". Poi, dopo aver benedetto il suo "popolo", ha ancora ribadito prima di congedarsi: "Pregate per me".

Elezione rapida
 Sono le 19.06 quando si diffonde la notizia che l'attesa fumata bianca c'è stata. La Chiesa ha un nuovo Papa. Grande l'esplosione di gioia della gente assiepata in attesa del segnale dal comignolo della cappella Sistina. Un applauso e un boato hanno fatto seguito alla fumata. Le campane suonano a festa in tutto il mondo cattolico. Suonano quella della Basilica a San Pietro.

Folla in attesa per il nome E' stato decisivo per raggiungere il quorum il quinto scrutinio, il secondo del pomeriggio. Lo stesso numero di votazioni aveva portato alla scelta del Papa emerito Benedetto XVI. Circa un'ora e mezzo dopo la fumata bianca il protodiacono, cardinale Jean-Louis Tauran, dalla loggia delle benedizioni, ha dato l'annuncio, l'atteso "habemus papam", svelando il nome del Vicario di Cristo. Quindi è seguita pochi minuti dopo la prima apparizione del 266esimo successore di Pietro.

L'accettazione
 Subito dopo l'esito del voto, il cardinale decano Giambattista Re si era rivolto al porporato scelto con la domanda sull'accettazione: "Accetti la tua elezione canonica a Sommo Pontefice?; Con quale nome vuoi essere chiamato?". Subito dopo è avvenuta la bruciatura delle schede e la fumata bianca. Lo ha riportato la Radio vaticana sul suo sito web.

Chi è il nuovo Pontefice
Nato in una famiglia di origine piemontese, ha studiato dapprima come tecnico chimico, poi in seminario, quindi nel 1958 è entrato a far parte come novizio della Compagnia di Gesù, trascorrendo un periodo in Cile e tornando a Buenos Aires per laurearsi in filosofia. Dal 1964 ha insegnato per tre anni letteratura e psicologia nei collegi di Santa Fe e Buenos Aires, ricevendo poi l'ordinazione sacerdotale il 13 dicembre 1969. Dopo altre esperienze di insegnamento e la nomina a Provinciale dell'Argentina è stato rettore della facoltà di teologia e filosofia a San Miguel e, nel 1986 è stato in Germania per il completamento del dottorato, prima del ritorno in patria, nella città di Córdoba, dove è diventato direttore spirituale e confessore della locale chiesa della Compagnia di Gesù. Il 20 maggio 1992 è nominato vescovo ausiliare di Buenos Aires e titolare di Auca.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Confindustria si rafforza in Est Europa per puntare su cosviluppo

Confindustria si rafforza in Est Europa per puntare su cosviluppo

Roma, (askanews) - La spinta all'internazionalizzazione di Confindustria è sempre più forte e Confindustria Est Europa, la cui assemblea si è riunita a Sofia, è la dimostrazione di un progetto che punta a sviluppare una piattaforma per il cosviluppo e la crescita dell'Italia, come ha spiegato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia. "E' determinante, strategico, esprime un idea di paese, ...

 
Apre boutique iQOS a Firenze: "Il mondo del tabacco senza fumo"

Apre boutique iQOS a Firenze: "Il mondo del tabacco senza fumo"

Roma, (askanews) - "A Firenze abbiamo aperto una boutique in aggiunta ad altre che abbiamo aperto in altre città d'Italia e Firenze è una delle importanti città d'Italia nelle quali pensiamo che una presenza diretta rappresentare il nostro prodotto iQOS sia importante. Così Eugenio Sidoli presidente e Ad Philip Morris Italia, sul prodotto iQOS. "Il progetto della boutique - ha spiegato ad ...

 
Con Bonino e Della Vedova nasce "PiùEuropa", in vista delle urne

Con Bonino e Della Vedova nasce "PiùEuropa", in vista delle urne

Roma, (askanews) - "Dove altri vogliono farvi credere che ci serva meno Europa, noi siamo convinti che ne serva di più": Così Emma Bonino, Riccardo Magi e Benedetto Della Vedova presentano "+Europa": una "proposta elettorale autonoma" per rilanciare il progetto degli Stati uniti d'Europa e dell'integrazione europea: "E' un appello che rivolgo a tutti voi, alle cittadine e ai cittadini italiani ...

 
In mostra a Roma Dorazio: Quello che ho imparato da Giacomo Balla

In mostra a Roma Dorazio: Quello che ho imparato da Giacomo Balla

Roma, (askanews) - Giacomo Balla e Piero Dorazio nella piccola galleria Futurism & Co nel centro di Roma: 26 opere per raccontare il rapporto di filiazione fra l'artista torinese e il pittore romano scomparso dodici anni fa. Per Dorazio una riscoperta del futurismo a partire dalle "compenetrazioni iridescenti" di Balla. Il curatore Giancarlo Carpi: "per la storia dell'arte fu l'influenza delle ...

 
"Non si butta via niente" in prima nazionale al Teatro Bianconi

Carbognano

"Non si butta via niente" in prima nazionale al Teatro Bianconi

Il prossimo appuntamento della Stagione 2017 2018 del Teatro Bianconi di Carbognano segna un grande ritorno e in grande stile. Sullo storico palcoscenico viterbese, domenica ...

21.11.2017

Il jazz contro il silenzio sulla violenza contro le donne: Greta Panettieri al Teatro Boni

Greta Panettieri

Acquapendente

Il jazz contro il silenzio sulla violenza contro le donne: Greta Panettieri al Teatro Boni

Greta Panettieri in concerto al Teatro Boni di Acquapendente. Domenica 26 novembre 2017, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la stagione ...

21.11.2017

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

L'esclusiva di "Chi"

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

Fabrizio Frizzi passeggia con accanto la moglie Carlotta e la figlia Stella. Ecco le prime foto pubblicate in esclusiva dal settimanale "Chi" dopo l'ischemia che ha colpito ...

21.11.2017