Cerca

Sabato 21 Gennaio 2017 | 09:36

Campo sportivo ridotto a palude, gli studenti protestano

Le immagini dimostrano lo stato di abbandono in cui versa l'area situata vicino a Porta Romana

I campi di calcio gestiti da Laziodisu, in prossimità della Casa dello studente di San Sisto, ridotti a veri e propri percorsi di guerra, tutti fango e buche. Una situazione ormai intollerabile che ha spinto una rappresentanza degli studenti a denunciare alle autorità competenti (compreso il rettore) la precarietà della struttura.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 2 febbraio
a cura di Alessandro Bruni

Più letti oggi

il punto
del direttore