Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 14:35

Scendono in piazza gli studenti, in 1500 fanno partire la protesta

Un fiume di persone che nemmeno pioggia e grandine hanno potuto fermare. Cori contro Monti e contro il ministro Profumo  

In piazza del Comune, centinaia di studenti protestano al grido di "La scuola non si compra". Erano oltre 1500 gli studenti che questa mattina hanno percorso le strade di Viterbo diretti a piazza del Plebiscito, per portare la rabbia di una generazione sotto le finestre di Prefettura e Comune. Cori contro Monti, contro il ministro Profumo, contro un sistema che sta fortemente penalizzando la qualità della pubblica istruzione. Un fiume di persone che nemmeno pioggia e grandine hanno potuto fermare, e che ha continuato a lanciare slogan al vetriolo per tutta la mattinata.

Più letti oggi

il punto
del direttore